VITA SUL LAGO

SCOPRIAMO IL LAGO DI VARESE 

Il lago di Varese ha una profondità massima di 26m. La superficie del lago è di 14,96 Km2; ha la forma simile a quella di una scarpa.

Bagna 9 comuni: Varese, Azzate, Bardello, Biandronno, Bodio Lomnago, Buguggiate, Galliate Lombardo, Cazzago Brabbia, Gavirate.

Il lago di Varese fa parte dei 7 laghi: Maggiore, Comabbio, Lugano, Ganna, Ghirla, Monate e Varese. Il lago di Varese ha un bacino abbastanza grande: 112 Km2.

CIMG0669

Foto di Alice Villa e Gaia Zanarella

Ha due immissari: Tinella e Brabbia, ha anche un emissario Bardello.

Il lago ha un’isola: l’Isolino Virginia. Il lago ha tantissimi anni: 15.000.

*Il lago non è balneabile. .

Lungo la pista crescono canne tra le quali vivono anatre selvatiche e folaghe.

Il lago di Varese è distante solo 6 km dalla città e un tempo fu la principale fonte economica del territorio circostante: sulle rive del lago nacquero, alla fine del 1800, le fabbriche del nostro territorio.

Questo lago ha una forte attrattiva per i turisti provenienti da diverse zone del mondo grazie alla storia che lo ha reso oggi quasi un museo: infatti sono state ritrovate delle palafitte degli uomini primitivi di migliaia di anni fa. Alcuni resti di questi insediamenti sono stati rinvenuti nel 1863, e taluni di essi possono essere visti al museo posto sull’Isolino Virginia (raggiungibile solo attraverso una barca), mentre altri sono conservati presso il museo civico del Comune di Varese, situato in via Mirabello.

CIMG0648

Un cigno si bagna tra le acque del lago

La pista ciclabile o ciclopedonale è lunga 27 Km e il giro parte dalla Schiranna. Percorrendo la pista in senso orario, troviamo il borgo di Capolago. Lungo la riva, era presente un piccolo porto dove si tenevano anche delle feste, ma oggi per visitare il paese bisogna “uscire” dalla pista. Il paese ha una storia molto antica: basta pensare che le prime testimonianze, relative alla realizzazione di quella che è l’attuale chiesa risalgono all’XI secolo. Da ricordare poi che sino al 1927 Capolago era un comune a sè, mentre oggi fa parte del Comune di Varese.

Altro piccolo paese che poi si incontra è Buguggiate: in realtà, il territorio di questo comune è molto ristretto sulle rive del lago, e, per poterlo raggiungere bisogna salire, una volta lasciata la pista ciclabile

(ciclopedonale), sino alle collina del piccolo paese. Di recente è stato fatto un restauro che ha permesso di fare delle rilassanti e tranquille passeggiate all’interno del parco Zanzi. Molto caratteristico è l’abitato di Erbamolle, il quale risale ad origini Medioevali, dove può essere visitata la relativa chiesa. Il primo vero paese in riva al lago che troviamo dopo la Schiranna è Bodio Lomnago: anche qua sono stati effettuati importanti lavori di rinnovo e bonifica delle rive, per cui è molto piacevole effettuare delle rilassanti passeggiate.

CIMG0652

La mappa del lago di Varese (Foto Villa/Zanarella)

Lungo il territorio di questo paese va ricordato che, in tempi recenti sono stati rinvenuti reperti archeologici i quali fanno pensare che, probabilmente, anche nei millenni scorsi questa zona era già popolata da civiltà primitive. Proseguendo il giro, troviamo l’abitato di Cazzago Brabbia, noto per la presenza delle tre ghiacciaie più antiche della zona del lago, una volta utilizzate per la conservazione del cibo. In questo paese è anche presente una palude protetta dal W.W.F. e che può essere visitata. Un altro paese dove sono stati rinvenuti reperti archeologici è Biandronno: è qui infatti che sono stati trovati resti di antichissime palafitte ed è sempre  qui che si può accedere all’Isolino Virginia, anch’esso una volta popolato da popoli primitivi. Per quanto riguarda il territorio è interessante ricordare il lido e, come sempre, la pista ciclopedonale che costeggia il lago per alcuni tratti.

Il pontile dell'imbarcadero per l'isolino Virginia

Il pontile dell’imbarcadero per l’isolino Virginia

Altra caratteristica di questo comune è l’alto livello di sviluppo  economico: a tale proposito si segnala la presenza di grosse fabbriche tra cui quella della MV Augusta e della Whirpool. Dopo Biandronno troviamo Bardello, caratterizzato dall’omonimo fiume che sfocia dal Lago di Varese per finire nel Lago Maggiore. Anche in questo territorio, situato all’estremità settentrionale del lago sono stati rinvenuti resti di antiche palafitte. La cittadina più grossa che troviamo intorno al Lago di Varese è Gavirate: questo grosso comune è costituito da numerose frazioni, alcune delle quali situate sulla riva; molto bello è il lungo lago dove d’estate vengono esplosi i caratteristici fuochi d’artificio. Assolutamente da visitare è il Chiostro di Voltorre, situato nell’omonima frazione. Proseguendo, giungiamo nell’ultimo paese dopo aver oltrepassato Oltrona al Lago: eccoci a Calcinate del Pesce ove è situata la pista d’atterraggio e di decollo di piccoli aeroplani, ma anche delle frecce tricolore.

Articolo di Gaia Zanarella e Alice Villa

Advertisements